CIRIACA ERRE  
 
CIRIACA+ERRE   +   PERFORMANCE   +   VIDEO   +   INSTALLAZIONI   +   FOTO   +   DIPINTI   +   NEWS  
     
   
 
+ NEWS
CIRIACA+ERRE - “WHAT ABOUT HERSTORY?” 2019
Ciriaca+Erre vince il Premio Artista Bally dell’anno 2018
Streghe, Femminismo e attivismo nell’Arte contemporanea.
Pubblicità sessista e identità femminile nell’arte pubblica
Suspended Light 2015 - Fondazione Southeritage
Ciriaca+Erre la nuova installazione per EXPO Milano 2015
Ciriaca+Erre finalista @Mostyn Museum Galles
Ciriaca+Erre @Buchmann Galerie Lugano
@Videoart Yearbook 2014
Ciriaca+erre apre le porte del carcere
Per Panorama a 360 gradi
@ TEA Museum - Tenerife
Museo Criminologico, Roma
Padiglione Tibet, Biennale di Venezia
performance al Museo della Permanente Milano
Museo Macro Roma
MAMM - Multimedia Art Museum Moscow
Musei Civici si Reggio Emilia
Festival della Fotografia Europea 2012
Asta benefica Christie 2011
IIC Los Angeles 2011
Mama’s Theatre New York 2011
vince al Premio Terna 2010
Palazzo Reale ottobre 2010
Palazzo Bagatti Valsecchi- settembre 2010
Finalista Premio Terna 2009
 
x
 
CIRIACA+ERRE - “WHAT ABOUT HERSTORY?” 2019

Ciriaca+Erre, “What about herstory?, 2019, veduta dell’installazione, courtesy dell’artista


CIRIACA+ERRE - “WHAT ABOUT HERSTORY?”
a cura di Paola Ugolini
Installazione urbana dislocata nella Città di Lugano
7 ottobre – 7 novembre 2019

Inaugurazione e talk: mercoledì 9 ottobre, ore 18, 30
Cinema Iride Piazza S. Rocco 3, Lugano

Dialogo a tre voci con proiezione dei due video dell’artista:
Suspended Women (2016) e Suspended Witches (2017) da cui sono tratte le immagini dei manifesti

interverranno:
l’artista Ciriaca+Erre, la curatrice Paola Ugolini, la delegata delle pari opportunità Rachele Santoro.
modera Alessandra Klimciuk responsabile Arte e Cultura Fondazione Stelline, Milano.



L’artista Ciriaca+Erre, in occasione del 50° anniversario del suffragio femminile in Ticino, interviene con un nuovo progetto artistico su ampia scala realizzato con il Patrocinio del Comune di Lugano.
L’installazione urbana, che coinvolge l’intera Città, si compone di una serie di manifesti, le cui immagini trattano il tema dell’evoluzione dell’identità femminile per ricordare una data storica e sociale molto significativa: il 19 ottobre 1969 quando per la prima volta le donne poterono votare in Ticino, ben due anni prima rispetto alla Confederazione elvetica.

Il progetto è supportato dalla Poincaré, società svizzera impegnata nel settore delle arti e dello sport, da sempre attenta a promuovere e sostenere gli artisti talentuosi e i progetti con una componente etico sociale importante.

Il titolo dell’installazione urbana “What about herstory?” si contrappone all’utilizzo linguistico volto al maschile della parola History, storia in inglese, una sequenza di azioni e fatti gloriosi compiuti da uomini dove il ruolo delle donne viene completamente omesso. Per riflettere su questo e sui diritti conquistati faticosamente dalle donne, l’artista ha creato una serie di manifesti pubblicitari tratti da still dei frames di due sue opere video: Suspended Women (2016) e Suspended Witches (2017). Le immagini di archivio delle lotte delle suffragette si alternano a spot sessisti degli anni 50 a immagini contemporanee delle donne africane che ancora oggi vengono esiliate dai loro villaggi perché considerate streghe (tratte dalle riprese video che l’artista ha filmato personalmente), ad altre immagini evocative.
Il tema delle streghe si relaziona con la Svizzera in quanto è stato l’ultimo Paese nel 1792 a condannare a morte una donna con l’accusa di stregoneria e il primo governo al mondo nel 2008 a riabilitarla riconoscendo quella condanna come un «assassinio giudiziario».

Ciriaca+Erre interviene così nel tessuto iconografico della Città per il dovere di compiere un’azione che possa innescare dubbi ed interrogativi, portando l’arte fuori dai luoghi ad essa deputati e scuotendo l’animo dell’osservatore che si ritroverà a riflettere su un tema così importante e complesso.
La curatrice del progetto, Paola Ugolini, afferma a questo proposito: “In questo mondo in cui la levigatezza e il piacevole sono diventati il segno distintivo del nostro tempo, basti pensare agli schermi dei nostri I-phone meravigliosamente privi di asperità e ai like che la nuova società digitale ci impone nelle relazioni sociali via etere, le affissioni di Ciriaca+Erre ridanno dignità alla vista disturbandola. L’opera d’arte deve provocare un urto, una scossa in chi la guarda e le inaspettate immagini selezionate dall’artista mi auguro che possano servire esattamente a questo: scuotere”.

I manifesti saranno posizionati in diversi punti strategici quali l’ingresso della stazione centrale di Lugano attraverso una grande affissione, sul lungolago e in diverse altre zone di passaggio, grazie al sostegno dello sponsor tecnico APG|SGA.

Il progetto è curato da Paola Ugolini: critico d’arte e curatrice indipendente, ha curato numerose mostre e progetti artistici concentrandosi principalmente sul lavoro delle artiste, la videoarte e l’uso del corpo nella performance art e nell’arte femminista.

Ciriaca+Erre (Matera, Italia , 1973) vive tra Lugano e Londra.
Recentemente insignita del Premio Artista Bally 2018, ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui: finalista al Mostyn Visual Arts Centre/Galles ,UK (2015), Menzione Speciale del Premio Terna Italia (2010), Finalista Premio Cairo Italia (2001).
Ha partecipato al Padiglione Tibet, evento parallelo della 55° Biennale d’Arte/Venezia (2013).
Ha esposto in differenti musei e gallerie: Buchmann Lugano (2014), Mostyn Visual Arts Centre/Wales- UK (2015), MAMM - Multimedia Art Museum/Moscow (2012), Museo Macro Testaccio/Roma (2012), Museo della Permanente/Milano (2012), Festival Europeo della Fotografia/Reggio Emilia (2012), Palazzo Collicola/Spoleto (2011), Palazzo Bagatti Valsecchi/Milano (2010), Fondazione Stelline/Milano (2005), Istituto di Cultura Italiano/Berlino (2005). Le sue performance hanno animato sedi artistiche internazionali quali la Mama’s Theatre/New York (2011), l’Istituto italiano di Cultura/Los Angeles (2011), Palazzo Reale/Milano (2010).



Ufficio stampa:
Roberta Riassetto
T. +41766799394,
roberta.riassetto@gmail.com


x
x x x
© ciriacaerre.com  
home  +  privacy ita  +  eng