CIRIACA ERRE  
 
CIRIACA+ERRE   +   PERFORMANCE   +   VIDEO   +   INSTALLAZIONI   +   FOTO   +   DIPINTI   +   NEWS  
     
   
+ INSTALLAZIONI
ELENCO OPERE
suspended balance 2015
suspended light 2015
to do list ’10
please don’t move ’10
can i have another question? istallaz. ’08’-11’
do you think t(h)ank? ’10
In the name of DoG ’10
breath ’10
il giorno e la notte hanno lo specchio giusto, l’uomo no ’06
please don’t use me 2004
let me stay here 2005
vanity: how many steps to become nothing ’05
 
x
 
please don’t move ’10
Dimensioni ambientali, scultura : cm80 x 90 x 40

Una bimba fantasma in un vestito bianco da cerimonia, seduta su un cuscinone di velluto rosso, con in mano un telecomando arrugginito.
Di fronte a lei un’enorme finestra che sembra qui alludere ad uno schermo televisivo sul quale si legge il titolo dell’opera "Please don’t move".
Questi i confini di un’opera scultorea che porta la riflessione su uno scenario, quello dell’infanzia, particolarmente sentito dall’artista. La nostra società ha posto un’attenzione senza precedenti al mondo del bambino, evidenziandone anche alcune contraddizioni: manipolazione dei bisogni dell’ infanzia, strumentalizzazione e seduzione degli innocenti.
Bambini sedotti dalla pubblicità, piccole vittime del consumismo, fagocitati in solitudine davanti alla TV, definita anche terzo genitore.

La forza dell’opera sta tutta nell’alternanza di presenza e assenza che la pervade ad ogni livello, da quello fisico legato alla materia dell’opera, il panneggio del vestito, la testa del bambino, a quello meramente concettuale che riflette sul rapporto con il mezzo televisivo.

Un’identità, quella del bambino, vissuta come specchio della nostra società, chiave di lettura degli errori del presente, ma anche metafora delle nostre potenzialità e strumento di riscatto per il futuro.

x
x x x
© ciriacaerre.com  
home  +  privacy ita  +  eng